percorsi di coaching e mentoring 1:1 - yoga e meditazione - richiedi informazioni

Paura del cambiamento: da dove arriva e 3 strategie per superarla

paura del cambiamento donna che salta

Paura del cambiamento: come e perché può frenarci nell’andare verso la direzione che desideriamo?

Quante volte, di fronte a un cambiamento, ti è successo di percepire ansia e timore?

E quante volte, pur desiderando cambiare qualcosa nella tua vita, alla fine hai rinunciato (o forse stai ancora procrastinando?) e sei rimasto nella tua zona di comfort?

In questo articolo vorrei parlarti di paura del cambiamento. Vedremo da dove arriva questa paura, che abbiamo tutti, in quanto esseri umani, e come puoi provare a superarla.

Da dove arriva la paura del cambiamento

Ci possono essere diverse cause alla base della paura del cambiamento.

La prima, molto comune, è legata alla paura dell’incertezza e dell’ignoto. Abbandono una situazione che conosco per qualcosa che ancora non conosco. La paura di ciò che potrebbe esserci oltre la porta del cambiamento può portare ad accontentarci di situazioni che non ci soddisfano. E così possiamo continuare a vivere in luoghi che non ci piacciono, fare lavori “sicuri” di cui non siamo contente, creare routine all’interno di quella zona di comfort che sembra spaventoso abbandonare, fino a mantenere in piedi relazioni (di amore, di amicizia, professionali) in cui non stiamo più bene.

Spesso, in questi casi, si aspetta che il cambiamento avvenga “da solo”. Ma non funziona così. Se non cominciamo noi con cambiare qualcosa nella nostra vita, questa non cambierà “da sola”.

Un’altra causa molto comune della paura del cambiamento è il timore del giudizio altrui. “Ma cosa penseranno di me?

L’essere umano, in quanto tale, è un animale sociale, e nella nostra vita, le relazioni sociali hanno un peso più o meno importante. Nello stesso tempo, è importante saper porre dei confini, saper dire di no. E comprendere se la decisione di fare (o non fare) una determinata scelta derivi da noi stessi, dal nostro sentire, oppure sia dettata principalmente dalla paura del giudizio degli altri.

Liberarsi dal peso del giudizio altrui significa validare ciò che sentiamo, le nostre emozioni e il nostro essere, al di là dei criteri “socialmente accettati”. Nessuno ha il diritto di giudicare ciò che senti dentro di te.

Un altro aspetto che spesso inibisce il cambiamento è la paura del fallimento. Il fallimento, nella nostra società, è spesso accompagnato all’idea di vergogna. Eppure, come sa chiunque abbia affrontato e realizzato grandi cambiamenti, i fallimenti fanno parte del percorso. Non solo ne fanno parte, ma sono tappe fondamentali che ci insegnano qualcosa.

Davanti a un errore, è importante chiedersi “Cosa ho sbagliato? Cosa posso imparare da questa esperienza? Cosa posso fare, di diverso, la prossima volta?”

E ora chiediti: cosa faresti, ora, se avessi la certezza di riuscirci e di non fallire?

Un consiglio: prendi carta e penna e scrivi la risposta a questa domanda.

Cosa puoi fare per superare la paura del cambiamento

1. Accettare e comprendere

Innanzitutto, è necessario riconoscere la paura e comprendere da dove viene. È la sensazione di incertezza, che ti incute timore? Oppure temi soprattutto ciò che possono dire e pensare le altre persone? O è la paura di fallire? Oppure un insieme di queste cose?

Cosa percepisci, quando pensi al cambiamento? Quali emozioni provi? Cosa ti fa paura?

2. Visualizzare

Visualizzare è un esercizio potentissimo. Attraverso la visualizzazione del cambiamento e del processo necessario, possiamo allenare il nostro cervello a vivere mentalmente quella situazione, rendendo più semplice il raggiungimento dell’obiettivo che desideriamo.

Io ti suggerisco due esercizi di visualizzazione diversi

Il primo, visualizza la fase di cambiamento: immaginati nel momento di transizione (il giorno prima-durante-i momenti successivi). Visualizza le circostanze, l’ambiente in cui ti troverai. Visualizza quali azioni farai, quali emozioni potrai provare, quali ostacoli potresti incontrare. Visualizza come potrai superarli.

Il secondo, visualizza la fase successiva al cambiamento. Come ti potrai sentire? Cosa farai? Come sarà la tua vita? In cosa sarà diversa?

3. Indagare

Porsi domande, mettere in discussione le tue stesse convinzioni (fai attenzione alle convinzioni limitanti, ne ho parlato qui) è fondamentale per lavorare sulla propria consapevolezza e per arrivare là dove desideriamo.

Le convinzioni limitano, il dubbio stimola.

Ora, se hai voglia e tempo (se non ce l’hai, puoi provare a ritagliartelo più tardi o nei prossimi giorni), prendi carta e penna e prova a rispondere alle seguenti domande.

• Come ti sentiresti se restasse tutto così com’è? Se non ci fosse alcun cambiamento? Prova a descrivere le tue emozioni e sensazioni

• Come ti sentiresti, invece, a cambiamento realizzato? Prova a descrivere le tue emozioni e sensazioni

• La paura del cambiamento spesso dipende dall’abbandonare un “terreno conosciuto” per inoltrarsi su uno “sconosciuto”. Quasi sempre c’è qualcosa che puoi fare per diminuire gli elementi “ignoti” e acquisire maggiore sicurezza.  Tu, ora, cosa puoi fare per ridurre l’incertezza?

• Se è un cambiamento che desideri, prova ad elencare tre azioni che puoi fare fin da subito per avvicinarti al cambiamento

• Cosa è in tuo potere controllare e cosa invece è fuori dal tuo controllo? (rispondere a questa domanda è fondamentale per concentrare le energie su ciò che possiamo fare veramente, senza disperderle in timori legati ad aspetti che prescindono il nostro controllo).

Se è la paura del giudizio, a frenarti, chiediti cosa è davvero importante, per te.
• È più importante quello che pensano gli altri (spesso ciò che ci frena non è nemmeno quello che pensano gli altri, ma quello che noi crediamo che gli altri pensino), oppure la tua vita?

La tua vita è il momento presente.
Non è il passato, non è il futuro, non è il pensiero degli altri, non sono le aspettative degli altri (e nemmeno le tue), non è quello che vorrai far vedere.
La tua vita è quello che stai vivendo in questo momento.
E tu come vuoi viverlo, questo momento?

cosa posso fare per te

  • Desideri un cambiamento ma ti senti bloccata/o? Non sai da dove cominciare? Oppure lo sai, ma comunque qualcosa ti frena?
  • Oppure stai attraversando una fase di cambiamento e ti senti insicura/o su dove vuoi andare e sui tuoi obiettivi?

Con un percorso di coaching individuale posso aiutarti e supportarti nel trovare la strada più adatta a te e a percorrerla fino al tuo obiettivo.